Perché scegliere una microspia a radiofrequenza?

kit-microspia-ambientale-uhf

Prima di passare a elencare i vantaggi di una cimice ambientale con trasmissione in radiofrequenza, rispetto a una più comune microspia GSM, vorremmo soffermarci un attimino sulle differenze esistenti tra le due tipologie di trasmettitori. E lo faremo agganciandoci a una semplice constatazione dettata dalla nostra esperienza di anni nella vendita di dispositivi per la sorveglianza: le microspie radio continueranno a occupare un’importante fetta di mercato anche negli anni a venire. Perché?

Perché le microspie radio soddisfano molteplici aspettative!

Una microspia radio ha uno spettro audio molto più ampio di quello di una cimice GSM,in quanto quest’ultima è strettamente legata alla banda passante telefonica. Allo stesso modo possiamo tranquillamente affermare che una microspia a radiofrequenza possiede una qualità audio nettamente superiore. In più può essere utilizzata in svariati campi di applicazione, grazie alle ridotte dimensioni che ne facilitano l’occultamento, alla possibilità di lavorare a batteria H24 per lunghissimi periodi di tempo e all’installazione anche in luoghi con segnale GSM scarso, o addirittura assente.

All’interno dei sistemi a radiofrequenza, possiamo distinguere due tipi di modulazione: quella analogica e quella digitale. Quest’ultima ha dalla sua la possibilità di settare diversi parametri, come ad esempio la potenza di trasmissione in uscita, l’avvio ad orari e giorni prestabiliti e la capacità di rendersi, in alcuni casi, completamente invisibile alla stragrande maggioranza dei sistemi di bonifica ambientale. L’unico limite è dettato dalla distanza di ascolto, in quanto direttamente congiunta alla potenza di segnale e alla tipologia di ricevitore utilizzato.

Come orientarsi nella scelta di una cimice ambientale RF professionale

Sul mercato esistono diversi modelli di microspie radio che assicurano la perfetta interazione in qualsiasi circostanza di installazione: microspie alimentate a batteria o direttamente da rete elettrica, microspie a onde convogliate con trasmissione via cavo, nonché le digitali utilissime in operazioni particolari condotte sotto copertura o in ambienti ostili.

Nella seguente tabella potete trovare i principali punti di forza di ognuna delle tipologie di microspie prese in esame:

caratteristiche-tipologie-microspie

Bene. Detto ciò, vi sarete certamente resi conto che la soluzione unica in assoluto non esiste, o forse, se proprio avete intenzione di trovarne una, diciamo che sarebbe meglio prendere in considerazione una microspia che meglio si adatti ai vostri scopi o al vostro modus operandi.

Support
Shares