Come scoprire se qualcuno vi sta spiando con una microspia

rilevatore-microspie-cimici

Partendo dall’assunto che le operazioni di intercettazione ambientale sono ad appannaggio esclusivo degli organi giudiziari preposti a tale tipo di controllo (attenzione quindi a chi avrebbe motivo di spiarvi!), vediamo cosa fare nel caso foste oltremodo sicuri di essere nel mirino di familiari, colleghi o competitor in affari decisi a ficcare il naso nelle nostre faccende private avvalendosi di una cimice o di una telecamera nascosta. Da affezionati lettori del nostro blog avete potuto notare che esistono diverse tipologie di microspie: digitali, analogiche, GSM, UMTS ecc., ma anche dispositivi che ne permettono efficacemente l’individuazione. Qui di seguito cercheremo di spiegarvi come scovare qualunque dispositivo audio, video, WiFi, wireless ecc. in radiofrequenza in maniera semplice e veloce.

Prima fase preliminare: ispezioniamo l’ambiente

La prima cosa da fare per capire se si è alle prese con un trasmettitore occultato, ad esempio in casa, è quella di controllare le aree più a rischio all’interno dello stabile. Partiremo quindi con l’ispezionare l’impianto elettrico, rilevando eventuali anomalie ‘visive’ tipo: viti degli interruttori allentate, cavi e altri materiali elettrici (ciabatte, alimentatori vari, prese o spinotti ecc.) spostati, lievi depositi di intonaco in corrispondenza di interruttori, prese elettriche, luci da parete, cassettine di derivazione. Sono proprio questi, infatti, gli indizi principali che inducono a far pensare alla presenza di una microspia alimentata direttamente da rete elettrica. In caso di microspie video è importante altresì fare attenzione a fori anomali creati appositamente per ospitare l’occhio di una microtelecamera. Ovviamente esistono microspie che funzionano anche a batteria; in tal caso sarà necessario ispezionare qualunque oggetto cavo che abbia la capacità di contenere trasmettitori, anche di minuscole dimensioni, collocato nei posti più impensabili. In auto sarà invece opportuno sincerarsi che non siano state spostate plastiche e coperture in genere, sia internamente che esternamente all’abitacolo, o che dall’autoradio o dalle luci non provengano interferenze strane di alcun tipo.

Passiamo all’azione: utilizziamo un rilevatore di microspie audio-video

Completata la fase ricognitiva, sarà il caso di ricorrere a un rilevatore di microspie per individuare in maniera definitiva quello che è sfuggito ai nostri occhi. In questo caso specifico, ci doteremo del RIL-RF-DIR, un dispositivo elettronico di facile utilizzo in grado di individuare microspie ambientali, trasmettitori audio-video, telecamere nascoste, localizzatori GPS per auto ecc. Scansionando meticolosamente lo spazio circostante, l’apparecchiatura sarà in breve tempo capace di scovare qualunque trasmettitore audio o dispositivo elettronico usato per trasmettere informazioni a distanza, fugando qualsiasi vostro dubbio.

COD. ARTICOLO: RIL-RF-DIR

Scopri tutti i dettagli del rilevatore di microspie RIL-RF-DIR

Support
Shares